Il Tilt-Shift, è quell’effetto che trasforma i soggetti dell’immagine in modelli in miniatura. La tecnica fotografica Tilt-Shift viene generalmente utilizzata con obiettivi appositi, ma è possibile ottenere un buon risultato in post produzione tramite Photoshop.

Alcuni software di fotoritocco (come Photoshop) impiegano particolari funzioni per la correzione della prospettiva in post produzione. Ciononostante questa tecnica non permette il recupero della risoluzione perduta nelle diverse aree lontane del soggetto o il recupero della profondità di campo perduta dello stesso a causa dell’angolo piatto della pellicola/sensore. Le aree dell’immagine che vengono ampliate con queste tecniche digitali potrebbero soffrire di effetti visuali d’interpolazione di pixel; questo dipende principalmente dalla risoluzione originale, dal grado di manipolazione, dalla dimensione della stampa o della visualizzazione sul monitor e dalla distanza visiva. Le varie operazioni di post produzione non possono creare lo stesso identico effetto di decentramento che si ottiene usando un obiettivo tilt/shift.

– Wikipedia